Scadenze per i docenti precari: dopo il 30 giugno TFR, disoccupazione, GaE, modello B, immissioni in ruolo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un report veloce sulle scadenze che riguarderanno i docenti precari. Utile sia alle segreterie scolastiche che al personale.

30 giugno. Fine delle attività didattiche.

Si chiudono le scuole di infanzia, scadono moltissimi contratti stipulati ai docenti.

Le segreterie invieranno il TFR. La liquidazione del TFR, per i contratti cessati il 30 giugno 2017, avverrà non prima di 12 mesi dalla scadenza del contratto

Decorso tale termine, l’INPS dovrà liquidare il TFR entro i 3 mesi successivi.

I supplenti il cui contratto cessa il 30 giugno 2017, pertanto non percepiranno la somma prima di luglio 2018.

Per le supplenze brevi invece, dall’anno scolastico 2015/2016, le pratiche TFR verso l’Ente Previdenziale saranno gestite automaticamente dal MEF e non saranno più in carico alla scuola. Per l’invio di tali pratiche, quindi, non bisogna utilizzare il canale MIUR.

Domanda di disoccupazione, per chi ha requisiti. NaSPI, domanda di disoccupazione: quello che c’è da sapere. Il nostro speciale aggiornato con guida INPS

Graduatorie di istituto

5 luglio: termine ultimo per l’inserimento nelle graduatorie di istituto di Trento

dal 14 al 25 luglio: compilazione modello B su Istanze on line (per tutti coloro che hanno presentato domanda entro il 24 giugno)

Graduatorie ad esaurimento

8 luglio: scadenza operazioni annuali GaE: scioglimento riserva per conseguimento abilitazione, inserimento riserva legge 68/99, inserimento titolo di sostegno

Dopo il 20 luglio: il contingente utile per le immissioni in ruolo dell’a.s. 2017/18 sarà suddiviso per provincia, classe di concorso e posto.

Immissioni in ruolo 2017/18 da nuove classi di concorso anche per le GaE. Criteri, scelta ambito territoriale, chiamata diretta

Con apposita nota il Ministero chiarirà in quali tempi inserire il proprio curriculum su Istanze on line

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione