Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Scadenza contratto, maternità e Naspi: entro quando la domanda di disoccupazione?

WhatsApp
Telegram

Domanda Naspi entro 68 giorni dal termine del contratto di lavoro anche in caso di congedo di maternità?

La domanda per l’indennità di disoccupazione va presentata inderogabilmente entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro per non perdere il diritto alla prestazione. ma ci sono determinati eventi che “congelano” e il tempo per presentare domanda, di fatto si dilata. Vediamo in quali casi rispondendo alla domanda di una lettrice che ci scrive:

Buongiorno, vorrei un aiuto, sono andata in maternità obbligatoria 12 giugno, e il 30 giugno mi è scaduto il contratto.  Essendo in maternità obbligatoria fino al 21 novembre, non ho fatto la domanda Naspi, perché pensavo di poterla chiedere al temine della maternità, come avevo letto sul vostro sito. Invece l’INPS mi ha detto che avrei dovuto richiederla subito dopo lo scadere del contratto il 30 giugno. Come posso fare?  

Naspi e maternità

A spiegare quando il termine dei 68 giorni viene sospeso o allungato è la circolare INPS n.94 del 12 maggior 2015. Al punto 2.6 l’INPS spiega che il termine dei 68 giorni si   congela o si interrompe in caso di malattia è maternità insorta entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro rimanendo “sospeso per un periodo pari alla durata dell’evento di maternità indennizzato e riprende a decorrere, al termine del predetto evento, per la parte residua”.

Nello stesso punto l’INPS specifica che i 68 giorni si contano dalla “data di cessazione del periodo di maternità indennizzato quando questo sia insorto durante il rapporto di lavoro successivamente cessato”.

Nel suo caso, essendo in maternità obbligatoria da prima della scadenza del contratto di lavoro i 68 giorni utili per la presentazione della domanda si contano, addirittura, dal termine del periodo di astensione obbligatoria e, quindi, ha tempo fino al 27 gennaio 2022 per presentare domanda di indennità di disoccupazione (ma le consiglio di presentarla quanto prima per evitare di rimanere troppo tempo senza percepire indennità).

Le consiglio, pertanto, di recarsi all’INPS munita della documentazione che attesta l’inizio e la fine del congedo di maternità e, nel caso servisse, esibendo la circolare che le ho allegato.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO