SBC: in legge di Bilancio istituire potenziamento nella scuola dell’infanzia

Comunicato S.B.C. – Con la legge di bilancio bisogna istituire l’organico dell’autonomia con i posti di potenziamento anche nella scuola dell’infanzia.

L’organico della scuola dell’infanzia necessita, nell’ambito dell’organico dell’autonomia, di posti di potenziamento già istituiti dalla legge 107 negli altri ordini e gradi di istruzione.

In questo grado di scuola il potenziamento potrebbe essere utile in quelle sezioni sovraffollate, nelle sezioni con anticipatari, per realizzare laboratori per gruppi di età, laddove le sezioni sono eterogenee, per supporto agli alunni BES, alla genitorialità, alla gestione dei plessi, alla sostituzione dei docenti assenti per un giorno (non è prevista la nomina del supplente) per evitare la suddivisione dei piccoli alunni nelle altre sezioni già affollate.

La richiesta, ormai inderogabile, deve essere ovviamente portata nella legge di bilancio 2020, ma al momento non c’è, o meglio non è stata messa nelle tematiche prioritarie riguardanti la Scuola, dove il Ministro dell’Economia ha detto che non ci saranno tagli ma nemmeno nuovi investimenti, questo comunque sarà da vedere, anche perché il Ministro Fioramonti ha ripetuto più volte che se non ci saranno investimenti è pronto a dimettersi a dicembre.

Allora due, a nostro avviso, possono essere le strade da percorrere per istituire il potenziamento nella scuola dell’infanzia: o si prevedono investimenti, se ci saranno risorse ad hoc, o si ridistribuiscono le risorse interne con economie cosiddette di sistema.

In pratica il potenziamento nell’infanzia si potrà istituire al 50% con nuovi investimenti e con l’altro 50% con una riduzione di posti di potenziamento dell’organico dell’autonomia degli altri ordini e gradi di scuola, ovvero al 100% con la riduzione del potenziamento negli altri ordini e gradi di scuola, mettendo fine ad una disparità di trattamento ai danni di questo importantissimo ordine di scuola, voluto dalla 107 del 2015 e che è uno dei tanti aspetti negativi di questa legge che ora bisogna correggere.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia