Sbagliato aprire le scuole con classi da 25 alunni al chiuso per 6 ore. Lettera

Stampa

Inviata da Algieri Francesco – Premetto che io sono sempre andato a scuola in presenza anche in zona rossa per consentire ai miei studenti di usufruire dei laboratori. Ho letto le proposte che il Governo sta pensando in relazione alle riaperture e non trovo assolutamente corretto aprire le scuole in presenza al 100% al chiuso con classi da 25 studenti per circa 6 ore al giorno.

Il governo ha progettato il rientro in sicurezza per milioni di alunni e personale docente ? Oppure ha scaricato la “patata bollente” ai poveri dirigenti? I politicanti hanno idea di che significa organizzare in 7 giorni un rientro totale al 100%: ingressi scaglionati, uscite scaglionate, o pensano davvero di mettere 25 – 30 alunni in sicurezza in un’unica classe? E i trasporti tutto risolto? A me non sembra che sia cambiato molto… E tutto questo movimento… perché? Quando manca poco più di un mese di scuola?? Ah sì: “per regalare un ultimo mese di socialità ” agli alunni. Sono mai entrati in una classe con 25 studenti? Ogni giorno anzi ogni ora la parola che ripeto più spesso è alza la mascherina, sanifica le mani, non toccare il compagno, non passare la penna… se questa è didattica…

Vogliamo invece paragonare i soldi spesi dai ristoratori per adeguarsi alle norme anti COVID e oggi sono costretti ad aprire solo con tavoli all’esterno?? Ma perché? I ragazzi ammassati sui bus e in classe si.. al ristorante distanziati no… il paese dei balocchi..

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur