Sasso: “Test psico-attitudinali per i docenti sono necessari, troppe volte facciamo finta di nulla” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Le parole del sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, a Orizzonte Scuola Tv, in merito ai possibili test psico-attitudinali per i docenti.

“Sono eternamente grato alla mia maestra, che ormai non c’è più. Si tratta di un insegnante che mi ha fatto amare la scuola. Se fai questo lavoro per ripiego, perché facevi altro, perché se sei stanco. Noi abbiamo bisogno di professionisti, questa professione non si fa per vocazione, si fa perché si hanno le competenze, perché si vince un concorso”.

E ancora: “Per il futuro, non è retroattivo, chi entra a scuola deve essere valutato da un punto di vista psico-attitudinale che non vuol dire un quiz come accadeva durante il servizio di leva. Io, invece, penso alla formazione obbligatoria, con una valutazione di un esposizione orale di un’unità didattica. Si deve fare anche una valutazione con esperti del settore, ma nessuno pensi a strizzacervelli o altro. Penso che la valutazione psico-attitudinale sia valutata anche da un punteggio”.

Guarda l’intera intervista

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur