Sasso: “Non si può mettere 9 in condotta a chi colpisce, deride e umilia una docente”

WhatsApp
Telegram

La recente decisione di un consiglio di classe di Rovigo di assegnare un 9 in condotta a studenti protagonisti di un gravissimo atto di violenza ha sollevato un’ondata di indignazione.

Rossano Sasso, deputato della Lega, ha espresso forti critiche a tale decisione, definendola “inopportuna, diseducativa e ingiusta”.

“Come hanno potuto più docenti dare un voto in condotta così alto a questi studenti?” si chiede il deputato. Questa vicenda ha suscitato grande clamore nell’opinione pubblica e nella comunità scolastica, e il segnale che si lancia oggi, secondo Sasso, è molto negativo.

Rispettando l’autonomia scolastica, il deputato esprime il desiderio di conoscere, da uomo di scuola, le ragioni di una simile valutazione e da padre, le motivazioni di un tale riconoscimento positivo. Il messaggio che si lancia ai ragazzi, secondo Sasso, sembra essere che chi spara alla propria professoressa e la umilia merita voti in condotta elevati.

Il deputato chiude il suo intervento ribadendo l’importanza di restituire dignità e autorevolezza alla figura del docente. Sasso, infine, elogia l’azione del Ministro Valditara che ha richiesto una relazione sull’accaduto, un primo passo necessario per affrontare la questione e garantire che episodi di questo tipo non si verifichino in futuro.

Leggi anche

Spararono con pallini di gomma alla docente: promossi con 9 in condotta i due studenti. Valditara: “Sorpreso, ho chiesto relazione dettagliata”

WhatsApp
Telegram

“Apprendimento innovativo”, un nuovo ambiente che permette al docente di creare un’aula virtuale a partire da una biblioteca didattica di contenuti immersivi. Cosa significa?