Sasso (Lega): “spedizione punitiva Granato-Azzolina” contro i precari

di redazione

item-thumbnail

Comunicato On. Sasso (Lega) – ” Mestieranti che si sono ritrovati a fare gli insegnanti per caso, un pugno di insegnanti che danneggiano la reputazione dei professori di oggi, con il loro stipendio da terzo mondo”.

Dinanzi a queste parole, pronunciate ieri dalla sen.Granato, è chiara a tutti la premeditazione e la volontarietà del disegno politico del M5S e della sua massima espressione Lucia Azzolina, con cui si intende eliminare circa 60.000 insegnanti precari.
Una vera e propria spedizione punitiva “virtuale”, che lasciano presagire iniziative peggiori in Parlamento.

Per questo motivo rivolgo un appello a tutte le forze politiche, m5s compreso, affinché si intervenga per isolare determinate condotte e si apra una riflessione, allo scopo di affrontare seriamente il problema di decine di migliaia di lavoratori, e non con insulti ed atteggiamenti ideologici.

Provocare, istigare, umiliare i lavoratori, dopo aver consentito il loro sfruttamento per anni è atteggiamento riprovevole, non degno di chi dovrebbe espletare le funzioni pubbliche con disciplina ed onore”.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione