Sasso (Lega): no ad un commissario per l’Azzolina

di redazione

item-thumbnail

“Nominare l’ennesimo “esperto” che dica cosa fare al ministro Azzolina? No grazie.

Occorre un ministro diverso, che conosca il mondo dell’istruzione e che sia in grado di decidere. Basta con suggeritori di un ministro che non sa prendere decisioni. Occorre invece un nuovo ministro che sappia cosa fare. Siamo quindi d’accordo con i sindacati quando dicono che servono risorse, ma non quando parlano di un commissario per gestire queste nuove risorse da destinare al Ministero dell”istruzione.

Già al MIUR hanno moltiplicato sia le poltrone da Ministro, dividendo l’istruzione dall’università che quelle degli esperti ministeriali con nuove e fiammanti task force. Quanto ci deve costare la Azzolina? Non ci vuole un commissario speciale per capire che i precari vanno stabilizzati, i computer vanno acquistati per tutti gli alunni e le scuole vanno ristrutturate ed adeguate alle nuove esigenze. Questo è quello che ci chiedono le famiglie ed i lavoratori”.

Lo dichiara il deputato della Lega Rossano Sasso.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione