Sasso (Lega): Conte sblocchi decreto “Salva-precari”

Stampa

Comunicato On. Sasso (Lega) – “Tra una spartizione e l’altra, tra una capriola e l’altra, l’avvocato Presidente Conte si ricordi di portare a termine quanto promesso ai 55.000 precari (ed alle loro famiglie) della terza fascia.

Tra una poltrona a Renzi ed un ministero a Zingaretti, il presidente Conte si ricordi di sbloccare il provvedimento salva-precari, voluto dalla Lega e siglato davanti ai sindacati la notte del 24 Aprile.

Uno dei motivi per cui il Governo è caduto, risiede anche nel fatto di non aver voluto mettere al riparo la vita di decine di migliaia di precari e delle loro famiglie. A fine luglio il presidente Conte ci promise di rispettare la promessa data, “salvo intese”. Ora che le intese sono saltate, visto che il m5s si appresta a fare incredibilmente e senza il minimo pudore un governo col pd, con gli stessi che la scuola pubblica l’hanno affossata, chiediamo a Conte un sussulto di dignità finale, un atto giusto nei confronti dei precari della terza fascia.

Allo stesso tempo chiediamo al M5s di smetterla di considerare con disprezzo gli insegnanti precari di terza fascia, definendoli privilegiati e gaudenti di una “sanatoria”.

Sono lavoratori che da anni lavorano tutti i giorni nelle nostre scuole, educano e formano i nostri alunni ed hanno acquisito una esperienza didattica sul campo di anni, a differenza di altri.

È tutto nelle mani del presidente Conte e del m5s, che mantengano la parola data e non passino alla storia come coloro i quali hanno tradito 55000 precari.
La Lega ed il sottoscritto daranno battaglia”.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico