Sasso (Lega): “Centinaia di segnalazioni contro il concorso straordinario, ma il Ministero tira dritto, animato da odio ideologico verso i docenti”

Stampa

“Centinaia di segnalazioni di irregolarità che si sarebbero verificate nelle sedi d’esame del concorso straordinario per insegnanti: mancanza di sicurezza, mancanza di distanza con 20, 25 persone in aule piccole e senza alcun controllo della temperatura, alla faccia delle rassicurazioni della Azzolina. Irregolarità anche nella consegna delle buste”.

“Caso emblematico poi a Napoli, dove mancavano sede e commissari d’esame, ed i candidati che si sono rivolti ai carabinieri. A loro va la massima solidarietà della Lega, che oggi sporgerà pubblicamente denuncia alla Camera dei Deputati, contro un concorso inutile ed inopportuno in questo periodo, frutto del capriccio di un Ministro irresponsabile ed animato da puro odio ideologico nei confronti degli insegnanti, costretti a sostenere un concorso in uno stato di prostrazione psicologica. Ministro Azzolina, faccia lei un concorso a 500 km da casa, prendendo aerei, traghetti e treni, esponendosi al rischio contagio e mantenendo poi la serenità durante una prova che potrebbe cambiare la sua vita, rendendola disoccupata”.

Così in una nota il deputato della Lega, Rossano Sasso.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia