Sasso (Lega): “Cara ministra Azzolina, non basta guardarsi negli occhi a scuola, serve ben altro”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, rilancia: “La scuola è guardarsi negli occhi”. Il deputato della Lega, Rossano Sasso, risponde: “Agisca, altrimenti così è una presa in giro”.

“Guardarsi negli occhi, ma chi vuole prendere in giro? Guardi Ministro che non siamo mica ad una riunione del M5S”, scrive Sasso, che poi ribadisce: “Se davvero vuole che si torni in presenza, stabilizzi gli insegnanti, diminuisca il numero di alunni per classe, metta in sicurezza le scuole, preveda impianti di aerazione, assuma più insegnanti di sostegno, garantisca il tempo pieno in tutta Italia. Invece per tutto questo zero euro in legge di bilancio”.

Poi l’affondo: “Lei si guardi pure negli occhi con Conte, Bonafede e Zingaretti, alla scuola servono cose concrete, persone capaci e buon senso. Altrimenti le sue saranno solo inutili provocazioni, che hanno certo il favore della stampa ma non di insegnanti, studenti e famiglie, sempre più stanchi e stufi della sua ipocrisia”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur