Sasso: “In classe solo i vaccinati? Sarebbe una scorciatoia infelice e inopportuna”

WhatsApp
Telegram

“Per la politica la soluzione più facile, la scorciatoia più agevole sarebbe quella di chiudere completamente le scuole ai non vaccinati e relegarli in didattica a distanza, riservando la scuola in presenza solo ai bambini vaccinati. La considero una ipotesi infelice e inopportuna, sia dal punto di vista pedagogico che scientifico”.

Lo scrive Rossano Sasso, sottosegretario all’Istruzione sula propria pagina Facebook.

Si creerebbero – prosegue – delle nuove classi differenziali come nel secolo scorso e questo nel 2022 non si può consentire. Non condivido il desiderio di chi vorrebbe negare per sempre la scuola in presenza ai bambini non vaccinati. Piuttosto utilizziamo tempo, risorse, energie e inchiostro per risolvere davvero i problemi, come ad esempio chiedendo al Cts di integrare le linee guida per la scuola in presenza con l’inserimento di impianti di aerazione, ventilazione meccanica e sanificatori, utili alla prevenzione del contagio in spazi chiusi come anche l’OMS ha osservato recentemente“.

Io lo faccio da mesi ma purtroppo non ho ricevuto risposte né dal ministero della Salute né dallo stesso Cts. Prima di prendere una scorciatoia pericolosa proviamo a percorrere la strada principale fino in fondo“. 

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?