Sasso contro Conte: “Si lamenta del caro libri? Quando era premier ha avallato banchi a rotelle e mascherine puzzolenti”

WhatsApp
Telegram

“In campagna elettorale ci sta di copiare le idee degli altri, fa parte del gioco soprattutto per chi è a corto di argomenti. Peccato che lo stesso Giuseppe Conte che oggi si scaglia contro il costo dei libri scolastici da presidente del Consiglio abbia avallato un immane spreco di risorse: dai banchi a rotelle alle mascherine puzzolenti e inutilizzabili. Chi adesso si erge a paladino di studenti e famiglie è proprio chi, appena ieri, ha provocato un buco miliardario alle casse dello Stato e una serie interminabile di criticità alla comunità scolastica”.

Lo dichiara Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

Come Lega rivendichiamo di avere sollevato per primi la questione del caro-libri e di avere indicato soluzioni chiare e percorribili. Innanzitutto la detrazione fiscale per tutte le spese sostenute dalle famiglie italiane per l’istruzione fino alle scuole superiori, in modo da far fronte a rincari che si annunciano pesantissimi. Inoltre, stipulare un accordo con gli editori per agevolare il riutilizzo dei libri adottati negli anni scorsi: spesso le nuove edizioni, che costringono i genitori a sobbarcarsi una spesa notevole, differiscono dalle vecchie solo per delle inezie, mentre argomenti e contenuti rimangono gli stessi. Misure concrete e realizzabili in Legge di Bilancio – conclude Sasso – non sparate estemporanee di chi alla scuola ha fatto solo male“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur