Sasso: “Con le nuove regole andiamo nella giusta direzione, riappropriamoci della normalità”

WhatsApp
Telegram

“Tanti studenti italiani sono tornati in classe grazie alla revisione dei protocolli sulle quarantene e la didattica a distanza: un altro passo per riappropriarci di quella libertà che tutti desideriamo ritrovare dopo due anni difficili e complessi, anche se ribadisco la mia totale contrarietà alla distinzione in base allo stato vaccinale”.

Lo dichiara in una nota Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

E ancora: “L’attenzione va mantenuta alta e bisogna continuare a lavorare per mettere ancora più in sicurezza le nostre scuole, ma, come chiedevamo da qualche settimana, è stato giusto rimodulare le regole visto il rallentamento della pandemia. Lo dovevamo ai nostri ragazzi”. 

“Ci aspettano due mesi intensi al termine dei quali, compatibilmente con i dati su contagi e ospedalizzazioni, solleciteremo la rimozione dello stato di emergenza- aggiunge Sasso- Molti indicatori fanno intravedere la concreta possibilità di mettere da parte una volta per tutte uno strumento che ha avuto sicuramente una sua utilità, ma che deve necessariamente lasciare il posto alle procedure normative ordinarie una volta superata la fase più acuta della pandemia. Gli stati di eccezione– sottolinea il sottosegretario – è giusto che rimangano tali, trovando una giustificazione giuridica proprio nella loro transitorietà”

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro