Sarebbe il caso di iniziare gli Esami di Stato almeno a fine Giugno. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Enrico Giuseppe Boccia – Buon pomeriggio, mi chiamo Enrico Giuseppe Boccia e sono un docente di una scuola superiore di secondo grado della provincia di Napoli.

In merito alla ormai data certa per l’inizio degli esami di Stato del 17 giugno 2020, mi chiedo:” dato che le due prove scritte saranno certamente abolite a causa dell’emergenza COVID-19, perchè non iniziare la procedura dell’esame orale a fine giugno o a inizi luglio, visto che gli 8/10 giorni necessari allo svolgimento, correzione e pubblicazione (con relativa giornata di “vacatio” obbligatoria prima dell’inizio degli orali) degli esiti delle prove scritte non sono più necessari?

In tal modo si darebbe un tempo ulteriore per la ripresa in TOTALE SICUREZZA della “pratica” esami di Stato. Mediamente, per svolgere l’intera procedura (anche calcolando quattro candidati al giorno, visto che si tratterà di un maxi colloquio di circa un’ora), si impiegano dai 10 ai 15 giorni ( a seconda del numero dei candidati calcolati per due classi).

A questo punto scaturiscono altre domande che, mi auguro, i tecnici del M.I. si siano poste :” a cosa serve iniziare il 17 giugno e finire a inizi luglio? perchè questa “corsa”? perchè non concedere ulteriori 10 giorni prima dell’inizio dei colloqui?. Curioso di ricevere risposte “rassicuranti”, lo scrivente coglie occasione per porgere distinti saluti.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata