Sardegna prima Regione in zona bianca: le misure. Divieto assembramento vicino alle scuole, mascherina H24, coprifuoco. ORDINANZA

Stampa

La Sardegna, da oggi 1 marzo, è la prima Regione in zona bianca. Il governatore Christian Solinas ha firmato l’ordinanza regionale valida dall’1 al 15 marzo sull’intero territorio dell’Isola. Ecco le misure.

Ristoranti aperti fino alle 23, bar fino alle 21.

Coprifuoco ogni giorno dalle 23,30 alle 5 del giorno successivo.

Obbligo mascherina H24 anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, nonché negli spazi pubblici ove, per le caratteristiche fisiche, sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei 6 anni, nonché i soggetti con forme di disabilità.

Divieto di assembramento, con speciale riferimento allo stazionamento presso gli spazi antistanti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, le piazze, le pubbliche vie, i lungomare e i belvedere, nei quali deve comunque mantenersi un distanziamento interpersonale di almeno un metro.

In relazione all’andamento degli indicatori epidemiologici valutati a seguito di tali riaperture, con successive specifiche ordinanze – d’intesa con il tavolo tecnico istituzionale composto dai rappresentanti del Ministero della Salute, dell’Istituto
Superiore della Sanità e della Regione Sardegna – potranno essere riaperte, con le necessarie prescrizioni, le seguenti attività:
– palestre, scuole di danza (senza contatto);
– centri commerciali nelle giornate di sabato e domenica;
– musei e luoghi della cultura.

ORDINANZA

Covid-19, Lombardia, Piemonte e Marche in zona arancione, Basilicata e Molise in zona rossa. Sardegna in zona bianca. Speranza ha firmato ordinanze

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…