Sapienza non concede locali per convegno su crisi israelo-palestinese. Sinistra Italiana: atto grave

WhatsApp
Telegram

comunicato Sinistra Italiana – Riteniamo la scelta di revocare la disponibilità all’utilizzo degli spazi dell’Università la Sapienza ‎per l’iniziativa “É tempo di giustizia in Palestina. Le responsabilità dell’Europa” un fatto grave che lede la libertà di espressione e l’autonomia dell’universita’.

Ritenere discriminatorio una iniziativa politica sulla crisi Israelo-Palestinese organizzata dalle associazioni del coordinamento La Nostra Europa di cui fanno parte anche l’Arci, la CGIL e diverse associazioni pacifiste è una forzatura sul piano ideologico oltre che del senso comune.

All’iniziativa avrebbero partecipato infatti oltre che diversi parlamentari nazionali ed europei ‎anche intellettuali e rappresentanti della società civile israeliana e palestinese.

Non permettere che l’iniziativa si svolga nei locali dell’Università su richiesta di un fantomatico Osservatorio sulle discriminazioni appare in questo contesto un atto di censura preventiva che si iscrive nel generale clima di rimozione della questione palestinese ‎nel paese.

‎Abbiamo gia’ presentato un’interrogazione parlamentare alla Ministra dell’Istruzione con cui chiediamo immediati chiarimenti.

Lo dichiarano in una nota i deputati Erasmo Palazzotto di Sinistra Italiana, Marietta Tidei del Partito Democratico e Filippo Fossati di Articolo 1 – Mdp.

Lo rende noto l’ufficio stampa di Sinistra Italiana

Roma,  23  Marzo 2017

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur