La Samsung aiuterà con un progetto la digitalizzazione della scuola italiana

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Samsung porterà nuovi strumenti didattici nelle scuole con il progetto Smart Future.

Un progetto mondiale che partirà a settembre in sette regioni italiane e durerà fino al 2015, tre anni nei quali le classi prescelte saranno costantemente seguite dall’organizzazione. Verrà istituito anche un osservatorio nazionale sui media digitali, in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano, per fare il punto sulla digitalizzazione della scuola in Italia.

Red – Samsung porterà nuovi strumenti didattici nelle scuole con il progetto Smart Future.

Un progetto mondiale che partirà a settembre in sette regioni italiane e durerà fino al 2015, tre anni nei quali le classi prescelte saranno costantemente seguite dall’organizzazione. Verrà istituito anche un osservatorio nazionale sui media digitali, in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano, per fare il punto sulla digitalizzazione della scuola in Italia.

Non sappiamo quanto investirà la Samsung, ma a 300 scuole distribuite in tutta Italia saranno donati tablet e lavagne elettroniche dopo un percorso didattico per individuare i soggetti migliori e più volenterosi per la sperimentazione. Verrà installata una rete wi-fi adeguata in ogni aula e verranno forniti software e applicazioni per favorire il corretto utilizzo dei tablet, ci sarà una adeguata formazione del corpo docente meno abituato ai nuovi dispositivi, ci sarà un dialogo continuo con gli editori di contenuti formativi in formato elettronico e verranno forniti anche altri apparecchi per completare gli aspetti pratici dell’insegnamento.

Ogni banco sarà dotato di una postazione di supporto per i tablet e l’insegnante avrà una tastiera dedicata per la lavagna elettronica mentre ogni aula avrà un armadio di sicurezza che proteggerà i tablet dai furti e nel frattempo provvederà alla ricarica durante la notte per una nuova giornata di studio.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione