Salvini: tutti i bambini devono andare a scuola, anche se non vaccinati. 10 vaccini sono pericolosi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sulla questione dei vaccini “garantisco l’impegno preso in campagna elettorale nel permettere che tutti i bimbi entrino in classe, vadano a scuola”, perché “la priorità è che i bimbi non vengano espulsi dalle classi” anche se non vaccinati.

Lo ha affermato Matteo Salvini, ministro dell’Interno, intervenendo telefonicamente a RadioStudio54. A proposito di una eventuale rimozione degli obblighi vaccinali, Salvini ha puntualizzato che al governo “siamo in due, c’è un’alleanza Lega-M5s, bisogna ragionare anche con gli alleati, al ministro Grillo ho iniziato a parlare di questi temi”. “Io ho vaccinato i miei figli. Alcuni vaccini salvano la vita ma dieci vaccini per alcuni bambini sono inutili ed alcuni pericolosi. Non sono un ‘no vax’ e ci sono tante reazioni avverse documentate”.

“Io ritengo che la salute dei bambini spetti alla mamma e al papà – ha aggiunto Salvini – e quindi alcuni vaccini sono fondamentali, troppi vaccini rischiano di far male”. Il ministro del’Interno ha ribadito che “nessun bambino può essere escluso dalla scuola e dall’asilo. Su questo c’è il programma della Lega, c’è nel contratto di governo. Poi fra professori si confrontino, per carità di Dio”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione