Salvini: “Stabilizzare 120mila docenti precari. No concorsoni come fatto da Azzolina” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“È stato un incontro molto intenso e utile, spero reciprocamente, stimolante, abbiamo parlato di tante cose, non di ministeri governi politici e tecnici e non ne parleremo perché abbiamo fiducia nell’idea di squadra per l’Italia”.

Così il segretario della Lega, Matteo Salvini dopo le consultazioni con il premier incaricato, Mario Draghi.

“Sul tema scuola il professor Draghi ha espresso l’esigenza che alla riapertura di settembre non ci siano cattedre scoperte. Perfetto. Gli abbiamo fatto presente che l’unico modo per arrivarci è stabilizzare i 120 mila insegnanti precari. Non esistono i concorsoni alla Azzolina, ribadisce.

“Pensare al popolo dimenticato degli studenti, altrimenti perdiamo anni di università: riapriamo le facolta”, aggiunge.

Poi: “Servono tre eccellenze italiane, come turismo, moda e mobile, sotto un’unica unica regia per aiutare 3 pilastri per economia italiana”.

Il leader della Lega, poi, con i giornalisti, all’esterno della Camera dei Deputati precisa: “Abbiamo chiesto la riapertura in sicurezza delle scuole, ma attenzione anche all’università”.

Servizio a cura di Elisabetta Tonni

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO