Salvini: “Legalizzare le droghe sarebbe folle per i giovani. Ius Scholae? Devianza molto elevata tra i giovani immigrati”

WhatsApp
Telegram

“Non possiamo accettare una forzatura che rischia di danneggiare l’Italia e gli italiani”. Matteo Salvini, in un’ intervista al Corriere della Sera alza il muro, mandando un segnale chiaro al governo su cittadinanza agli stranieri e cannabis legale.

“Bloccare il Parlamento per votare ius scholae e droga libera è contro gli interessi del Paese”. “Siamo stati fin qui molto responsabili – ricorda – dalla guerra alla pandemia alla riforma fiscale, pur facendo valere le nostre posizioni. La dialettica è il sale della democrazia”.

Poi spiega il no alla cannabis: “Legalizzare le droghe sarebbe una follia: non riduce la criminalità, anzi rafforza le organizzazioni criminali che potranno agire alla luce del sole, ha effetti pesanti sulla salute dei giovani favorendo l’ingresso dei ragazzi nel mondo della droga”.

E sullo ius scholae precisa: “I dati Istat dimostrano una devianza molto elevata fra i giovani immigrati, notevolmente superiore rispetto ai coetanei italiani come dimostrano i recenti fatti di cronaca, per esempio a Desenzano”.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro