Salvini (Lega): “Obbligo vaccini per docenti e studenti? Non in un Paese libero. Tornare a scuola in presenza senza terrore”

WhatsApp
Telegram

Parlare di obbligo vaccinale per studenti di 13 o 14 anni o per gli insegnanti non fa parte del mio modo di pensare un paese libero dove la gente deve fare le cose perche’ ci crede”.

Così il segretario della Lega Matteo Salvini a Siena, a margine di un comizio a sostegno di Tommaso Marrocchesi Marzi, candidato per il centrodestra alle elezioni suppletive per il collegio Toscana 12, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano un commento sull’ipotesi dell’obbligo vaccinale. 

Sopra i 60 anni è fondamentale vaccinarsi per salvarsi la vita, l’obbligo vaccinale per i ragazzi non ha nessun fondamento scientifico e ognuno deve essere libero di scegliere” ha aggiunto Salvini che ha poi concluso: “Bisognerà tornare a scuola in presenza con tutti i criteri di sicurezza possibile ma senza terrore“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur