Salvini: “Il governo parla di ‘coprifuoco’, ma organizza un concorso straordinario che farà girare per l’Italia 60mila docenti, è una follia”

Stampa

“Il governo parla di ‘coprifuoco’ e di  chiusure di bar, ristoranti e palestre, ma organizza un ‘concorso straordinario’ che farà uscire di scuola e girare per l’Italia oltre  60.000 insegnanti. Follia, fermatevi!”.

Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini.

Poco dopo arrivano le parole del deputato della Lega, Rossano Sasso: “Nessuna risposta concreta per la comunità scolastica nell’ultimo dpcm di Giuseppe Conte, ma solo una indicazione generica di didattica a distanza nelle scuole secondarie di secondo grado. E quindi oggi lunedi 19 ottobre, gli insegnanti continuano a mancare nelle classi, le scuole continuano a cadere a pezzi, il diritto allo studio continua ad essere negato. Ma questo per il duo Conte-Azzolina è evidentemente troppo difficile da capire ed accettare, finirebbero col dare ragione alla Lega”.

Anche il responsabile Scuola della Lega, il senatore Mario Pittoni, denuncia: “Ignora totalmente la questione concorsi il nuovo Dpcm, che pure dovrebbe occuparsi del contenimento del contagio a tutti livelli. Se non arriva lo stop che da tempo la Lega chiede al duo Conte-Azzolina, una procedura tutt’altro che urgente per i docenti da giovedì 22 metterà in movimento sul territorio nazionale qualcosa come 66.000 candidati. Di questi, tra l’altro, buona parte già insegna e quindi, una volta rientrato, si ritroverà a contatto con 50/200 alunni”.

Salvini subito all’attacco: “Mesi di proposte sulla scuola per una telefonata di 60 secondi prima della diretta. Così non si collabora”

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia