Salvini detta la linea sulla scuola: “Stabilizzare docenti precari e lavorare per aerazione efficace delle classi”

Stampa

“Di Renzi non mi fido e non mi sono mai  fidato, ma non si fidano gli italiani. Spiace che l’Italia perda  settimane di tempo in queste beghe tra Conte, Renzi, Di Maio e Zingaretti, quando sulla scuola non si sa ancora cosa faranno i nostri figli il 7 gennaio. Su questo vorrei confrontarmi con Conte e Renzi”.

Così Matteo Salvini, segretario della Lega, ai microfoni di Radio 24.

Per quanto riguarda la scuola, invece, aggiunge che“occorre  stabilizzare gli insegnati precari e lavorare per l’aria condizionata nelle classi”.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese