Salvini: “Credo a Fazzolari. Portiamo a scuola libri e non pistole”

WhatsApp
Telegram

“L’idea mi sembrava fuori dal mondo, quando l’ho letta sono saltato dalla sedia. Fazzolari è un politico di Fratelli d’Italia che secondo un giornale avrebbe ipotizzato di portare le armi a scuola per imparare a sparare al poligono. Ha smentito e credo a lui”.

Lo ha affermato il vicepresidente del Consiglio e segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite di ‘Non stop news’ su Rtl 102.5, intervenendo sul caso Fazzolari che, secondo il quotidiano La Stampa avrebbe proposto di introdurre il tiro a segno nelle scuole. Notizia poi smentita dallo stesso senatore di Fratelli d’Italia.

Noi stiamo lavorando per portare l’educazione stradale a scuola. Se qualcuno vuole andare al poligono bene, è una bellissima e nobilissima pratica sportiva, ma visto che poi a scuola c’è chi a 13 anni (a Rovigo) porta la pistola a pallini da sparare alle prof e metterlo sui social, togliamo pistole vere e finte dalle scuole, lasciamo i libri”.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia