Salvini: “Ci vuole una laurea per interpretare la pagella alla primaria di mia figlia. Meglio i voti con i numeri”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, ha espresso la sua opinione sulla pagella online della figlia in quinta primaria durante una diretta su TikTok.

Il vice premier affermato che la pagella attuale richiede una laurea per essere interpretata, a differenza dei voti che aveva ricevuto durante il suo tempo scolastico che erano semplici giudizi come “ottimo”, “distinto” o “sufficiente”. Invece, per la materia di italiano, ci sono otto voci senza giudizi, ma solo con descrizioni come “avanzato”, “intermedio”, “base” o “in via di prima acquisizione”.

Salvini ha espresso la sua opinione che sarebbe più semplice se i voti fossero assegnati con numeri: “Non è più semplice rimettere i voti con i numeri?”, ha detto il leader della Lega.

Leggi anche

Valutazione finale nella scuola primaria: la rubrica con i livelli da considerare

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri