Salvini: Azzolina se lo monti in casa sua il plexiglass

Questione plexiglass per rientro a scuola a settembre non si è ancora chiusa: il leader della Lega Matteo Salvini, dopo diversi botta e risposta con la ministra Azzolina, torna sul tema.

“La ministra se lo monti in casa sua un bel cubetto di plexiglass, ma lasci stare i nostri figli”. Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, intervenendo al Senato, dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte. “Aiutiamo – chiede – tutti gli studenti e gli insegnanti delle scuole pubbliche e paritarie”.

Attacco alla ministra Azzolina anche dal deputato Lega Rossano Sasso. “Nessuna certezza per gli insegnanti  precari, nonostante la normativa e la giurisprudenza stabiliscano con chiarezza che dopo 36 mesi di servizio a tempo determinato, dovrebbero essere stabilizzati. Con il ministro Azzolina non funziona così. Nessuna commozione, nessuna foto per loro da parte di Lucia Azzolina, che strumentalizza il giorno degli esami di maturità, per coprire la propria cattiveria ideologica nei confronti dei lavoratori”.Lo ha
detto il deputato della Lega Rossano Sasso, membro della commissione
cultura della Camera.

“Un ministro che fa finta di non sapere che tra i docenti che sta
ringraziando tra una passerella ed un video su Facebook, ce ne sono
decine di migliaia che lei stessa licenzierà il 30 Giugno. Molti di
questi insegnanti rischiano di non poter più tornare in cattedra, a
causa della sua avversione verso i precari, avallata dal Pd e da Leu.
Che almeno si sappia chi è il ministro Azzolina”, conclude Sasso.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste