Salvini ai bambini: Io razzista? Tutti uguali, ma ognuno con sua identità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il sovranismo, l’Europa e il razzismo spiegati ai bambini da Matteo Salvini.

A fornire questa occasione è stato il programma televisivo “Alla Lavagna” in onda su Rai Tre.

La partecipazione del vice presidente del Consiglio ha seguito la logica del format (già sperimentato in altri paesi) in cui un personaggio famoso del mondo della politica, della cultura o altro si confronti in una classe elementare o di scuola media.

Salvini ha risposto alle domande dei bambini se lui fosse razzista, negando questo attributo e ha detto: “Io razzista? No, tutt’altro. Razzista significa sentirsi superiore a qualcuno in base al colore della pelle, a dove sei nato, a quanti soldi hai. E io non mi sento superiore a nessuno. Ma voglio delle regole. Siamo tutti uguali, ognuno con le sue identità, però voglio che tutti rispettino le regole”.

La lezione è passata ad affrontare il tema del sovranismo e quindi dell’Europa“Sovranismo? – ha spiegato il Salvini ‘maestro’ – Significa che alla fine la decisione deve spettare a ciascuno di voi. l’Europa è come una classe di 27 alunni e sovranismo significa che in Europa si discute poi però a decidere come si fanno i compiti, su quale materia impegnarsi, del vostro futuro e della nostra vita, siete voi. Si ascoltano tutti e poi ognuno deve avere diritto di scegliere nella sua classe e nel suo Paese come vivere”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione