Salvini accetta il faccia a faccia con Azzolina: “Il 3 settembre non vedo l’ora di confrontarmi”

Stampa

Ospite di ‘In Onda’, su La7. Matteo Salvini  accetta l’invito del conduttore Luca Telese di un confronto sul tema  della scuola con il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

“Io accetto la sfida da voi per un faccia a faccia con il ministro Azzolina. Non vedo l’ora di confrontarmi sui temi concreti con lei. Non è  una sfida, voglio confrontarmi con lei”, precisa il leader della Lega che aggiunge: ”Propongo il confronti alla presenza di un preside e di un docente”.

”Noi giornalisti staremo zitti”, lo provoca Telese.  Salvini replica con una battuta: ”No potrete fare anche voi le  domande, nella mia immensa bontà..”.

Telese propone il faccia a  faccia già giovedì, ma Salvini chiede di avere il tempo di organizzarsi perché non intende annullare gli impegni elettorali già  programmati. Allora il conduttore, insieme a Parenzo rilancia: ”Ci vediamo tra due giovedì”.

E poi: “La mascherina per i bambini di sei anni è una follia”. Metti la mascherina, togli la mascherina, apri le  discoteche, chiudi le discoteche… Gli italiani vogliono certezze dal governo. La febbre si misuri a scuola, mi sembra il minimo”

Infine: “Lo ripeto, siamo al 24 agosto, e non è possibile che insegnanti presidi genitori, studenti, non sappiano cosa succede tra 15 giorni… C’è un altro ministro fantasma che non è l’Azzolina: ho sentito a questo ministro direi che per tutto  quest’anno gli universitari potrebbero non rientrare in classe a lezione ma è una follia. La didattica a distanza, l’università a distanza, ma insomma…”.

Leggi anche

Ritorno in classe, concluso il vertice con Conte. Azzolina lascia Palazzo Chigi senza rilasciare dichiarazioni

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur