Salvaprecari, presto il decreto. Ma scongiuriamo le sviste

di Lalla
ipsef

Lalla – In arrivo il decreto Salvaprecari 2011/12. Finora noto solo il resoconto FLC CGIL, ma non si annunciano novità rispetto a quelle già indicate. Va evidenziata invece una svista, nella bozza presentata ieri alle Organizzazioni Sindacali, sui motivi di esclusione dalla procedura, che a nostro parere va corretta prima della firma.

Lalla – In arrivo il decreto Salvaprecari 2011/12. Finora noto solo il resoconto FLC CGIL, ma non si annunciano novità rispetto a quelle già indicate. Va evidenziata invece una svista, nella bozza presentata ieri alle Organizzazioni Sindacali, sui motivi di esclusione dalla procedura, che a nostro parere va corretta prima della firma.

Nella bozza leggiamo: "3) Sono esclusi dai benefici coloro che, nell’anno scolastico 2011-12, rinuncino ad una supplenza annuale o fino al termine delle lezioni, conferita per intero orario nell’ambito della graduatoria ad esaurimento o dalle graduatorie di circolo o di istituto."

Quel "fino al termine delle lezioni" va modificato in "fino al termine delle attività didattiche":

  • "fino al termine delle lezioni" è infatti l’ultimo giorno di lezione (stabilito a livello regionale in base al calendario annuale)
  • "fino al termine delle attività didattiche" è invece il 30 giugno.

L’esclusione dal Salvaprecari discende dal rifiuto di un incarico ad orario intero, solo se conferito fino al 31 agosto (supplenza annuale) o fino al termine delle attività didattiche (30 giugno), dalle Graduatorie ad esaurimento o dalle graduatorie di istituto.

Non potrebbe essere corretto inserire come data il termine delle lezioni, perchè in quel caso si tratta di supplenza breve, alla pari di una conferita per un periodo di tempo molto più breve (una settimana, un mese, non ha importanza).

D’altronde la puntualizzazione inserita quest’anno nella bozza di Decreto deriva dal chiarimento emanato dal Ministero con la nota del 28 settembre 2010: "Con riferimento a vari quesiti ricevuti si chiarisce che l’art.2 – punto 1 – del D.M. n.68 del 30 luglio 2010, nel disporre l’esclusione dagli elenchi prioritari per coloro che nell’a.s. 2010/11 rinuncino ad una supplenza conferita per orario intero in base alla graduatoria ad esaurimento della provincia di appartenenza o dalle correlate graduatorie di circolo o di istituto, intende, ovviamente, che la rinuncia sulle supplenze attribuite dalle correlate graduatorie di circolo e di istituto riguardi i medesimi periodi attribuibili con le graduatorie ad esaurimento e cioè periodi almeno sino al 30 giugno. Le rinunce effettuate dagli aspiranti per supplenze conferite dalle graduatorie d’istituto ad orario intero ma per periodi inferiori non danno luogo all’esclusione dagli elenchi prioritari."

Ci auguriamo quindi che il decreto che leggeremo tra qualche giorno non presenti lo "strafalcione"

Il resoconto FLC CGIL

Le novità

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione