Salvaprecari e progetti regionali: indicazioni per docenti della III fascia delle Graduatorie di istituto

di Lalla
ipsef

Lalla e Giulia Boffa – Giungono in redazione numerosi quesiti sulla possibilità, per i docenti non abilitati della III fascia delle Graduatorie di istituto, di accedere ai progetti regionali (ossia le intese già stipulate dal Miur con alcune regioni per integrare il salvaprecari nazionale ) e di avere riconosciuto il punteggio relativo alla durata del progetto stesso.

Lalla e Giulia Boffa – Giungono in redazione numerosi quesiti sulla possibilità, per i docenti non abilitati della III fascia delle Graduatorie di istituto, di accedere ai progetti regionali (ossia le intese già stipulate dal Miur con alcune regioni per integrare il salvaprecari nazionale ) e di avere riconosciuto il punteggio relativo alla durata del progetto stesso.

Il Ministero ha chiarito, con il Dm 100 del 17 dicembre 2009 che "Al personale docente educativo ed ATA, non inserito negli elenchi prioritari, che svolga le attività progettuali finanziate dalle Regioni, spetta il punteggio commisurato ai mesi di durata del progetto stesso"

Tuttavia il modello "dichiarazione di disponibilità a partecipare a progetti attivati in convenzione con le Regioni" a nostro parere deve essere utilizzato solo da coloro che hanno i requisiti richiesti o dal dm 82/09 o dal dm 100/09, come espressamente richiesto all’interno " in quanto in possesso dei requisiti di accesso agli elenchi prioritari di cui al DM 82/2009 o al DM 100 del 17/12/09, dichiara la propria disponibilità a partecipare ai progetti attivati in convenzione con le Regioni"

I docenti di III fascia GI, devono invece fare riferimento alle intese regionali, alle domande messe a disposizione da essi, nonchè alle singole scadenze regionali.
Quest’ultimo delle scadenze è un particolare da non trascurare, ad es. infatti la domanda per la Lombardia scade oggi 22 dicembre, mentre in Puglia i progetti sono già attivi, e in altre regioni pur avendo già presentato le domande le segreterie non sono state autorizzate a chiamare i docenti.

Altro particolare rilevante è che non tutte le Regioni hanno permesso ai docenti di III fascia GI di accedere ai progetti, infatti solo quelli attivati in convenzione con il Miur danno questa possibilità.

Pertanto, il nostro consiglio è di fare molta attenzione ai bandi regionali e leggere se vi sono possibilità di accesso per i docenti di III fascia GI. Solo in tal caso, a questi ultimi, verrà valutato il punteggio per il servizio effettivamente svolto, come previsto dalla nota del MIUR del 17 dicembre.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione