Salvaprecari 2011/12, la norma che non c’è

Di Lalla
Stampa

Lalla – La proroga del salvaprecari, annunciata da un comunicato del Ministero come inserita nel decreto per lo Sviluppo, in realtà non è presente nel testo licenziato dall’ultimo consiglio dei Ministri del 5 maggio scorso. Si attende quindi un’ulteriore provvedimento.

Lalla – La proroga del salvaprecari, annunciata da un comunicato del Ministero come inserita nel decreto per lo Sviluppo, in realtà non è presente nel testo licenziato dall’ultimo consiglio dei Ministri del 5 maggio scorso. Si attende quindi un’ulteriore provvedimento.

Il comunicato diceva infatti:

"Proroga del "salva-precari"

proroga del "salva-precari", attraverso cui verranno destinate tutte le supplenze temporanee che si renderanno disponibili durante l’anno ai titolari di incarichi annuali nell’anno scolastico precedente. Questa norma consente anche di rinnovare gli accordi con le Regioni, che hanno consentito di coinvolgere gli stessi insegnanti nei progetti speciali per il rafforzamento dell’offerta formativa"

A mettere in evidenza la mancanza è il sindacato Cisl, che scrive: "Contrariamente a quanto ci si attendeva, non compare nel decreto la proroga di un ulteriore anno delle misure "salvaprecari". Poiché l’Amministrazione, ai tavoli di confronto sul precariato, aveva dichiarato di condividere le richieste di proroga più volte avanzate da parte sindacale, riteniamo che la questione debba essere ripresa: attendiamo di conoscere attraverso quale percorso (specifico provvedimento? emendamento in sede di conversione del decreto-legge?) si intenderà dare seguito ad un orientamento che era stato assunto in termini chiari ed espliciti dal MIUR."

Il comunicato del ministero

Il comunicato Cisl

La bozza del Decreto sullo sviluppo

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia