Salvaguardia dei docenti precari delle classi A075 A076

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

CONITP – Con la riforma della Scuola Secondaria Superiore e quella relativa alla rivisitazione delle classi di concorso, alcune classi di concorso risultano non trovare più posto nella scuola è appunto il caso delle classi di concorso A076 e A075.

CONITP – Con la riforma della Scuola Secondaria Superiore e quella relativa alla rivisitazione delle classi di concorso, alcune classi di concorso risultano non trovare più posto nella scuola è appunto il caso delle classi di concorso A076 e A075.

Ad avere la peggio i docenti precari , "Precari" inteso come Docenti che hanno decine di anni di insegnamento alle spalle, Docenti che forniti di abilitazione all’insegnamento nelle due classi di concorso A076/A075 si troveranno senza avvenire, senza un posto di lavoro, senza una cattedra, senza alcuno spezzone per poter continuare a insegnare.

Il CONITP in merito sollecita le forze politiche e il MIUR a trovare una soluzione stabile per tutti i docenti delle classi di concorso A076 e A075.

i programmi di insegnamento che i docenti della A076- "Trattamento testi e dati" svolgono.

La classe di concorso A076 – Trattamento testi, Calcolo, Cont. elettronica ed appl. gestionali, e A075 Dattilografia e Sche è solo un dato figurativo, una denominazione superata in quanto, da oltre 10 anni, i docenti di Trattamento Testi sono impegnati nell’insegnamento delle Tecnologie Informatiche, Sistemi Operativi e Software Applicativi (competenze chiave DIGITALI) negli Istituti Tecnici e Professionali per il Commercio.

Quanto detto non è basato su opinioni astratti ma si evince dai programmi ministeriali, dalla programmazione didattica integrata e adattata alla realtà tecnologica e dai programmi depositati presso le segreterie didattiche di tutti gli Istituti Tecnici e Professionali Statali.

Per quanto riguarda l’attribuzione dell’insegnamento delle competenze chiave DIGITALI è opportuno rifarsi a precise disposizioni di legge:

1) Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006.
A pag. 6 punto 4 viene testualmente indicato:
"La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell’informazione (TSI) per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa è supportata da abilità di base nelle TIC: nell’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet (è quanto viene effettuato dai docenti di T.T. da oltre un decennio).

2) DM139 del 2007 (art. 1 – Adempimento dell’obbligo dell’istruzione; art. 2 – Acquisizione di saperi e competenze).
L’art.2 al punto 1 riporta i saperi e le competenze, articolati in conoscenze e abilità, con l’indicazione degli assi culturali di riferimento, descritti nell’allegato documento tecnico. Tale documento riporta nell’alleg.1 i 4 ASSI CULTURALI, fra cui l’Asse culturale Scientifico-Tecnologico (pag-15-18) che comprendono le competenze INFORMATICHE (competenze chiave DIGITALI).

Nel dettaglio vengono riportate:
Conoscenze:
– Essere consapevoli delle potenzialità delle tecnologie rispetto al contesto culturale e sociale in cui vengono applicate.
Competenze:
– Strutture concettuali di base; Fasi di un processo tecnologico; Il metodo della progettazione; Architettura del computer; Struttura di Internet; Struttura generale e operazioni comuni ai diversi pacchetti applicativi (Tipologia di menù, operazione di edizione, creazione e conservazione di documenti ecc.), Operazioni specifiche di base di alcuni programmi applicativi più comuni. (E’ quanto viene impartito dai docenti di T.T. da oltre un decennio).
Si ribadisce che la Commissione europea ha adottato i termini di competenze e competenze chiave preferendolo a competenze di base, in quanto generalmente riferito alle capacità di base nella lettura, scrittura e calcolo; il termine "competenza" è stato infatti riferito a una "combinazione di conoscenze, abilità e attitudini appropriate al contesto". Allo stesso tempo, le "competenze chiave sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione".

Dovrebbero essere acquisite al termine del periodo obbligatorio di istruzione o di formazione (scuola dell’obbligo) e servire come base al proseguimento dell’apprendimento nel quadro dell’educazione e della formazione permanente.

Da qui si evince che solo nelle classi successive al 1° biennio troveranno spazio apprendimenti specialistici, per cui è corretta la collocazione di un insegnamento specifico (che nasce dalla fusione dell’anima industriale e quella gestionale della disciplina) nel curricolo "gestionale" per eccellenza, vale a dire nel triennio del Tecnico Economico (indirizzo specialistico) Articolazione "Sistemi Informativi Aziendali".

Pertanto il CONITP ritiene che il Ministero dell’Istruzione dovrebbe affidare l’incarico di riconvertire i docenti della A075 e A076 in nuove denominazioni: "Informatica Applicata", "Informatica di base", "Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione" o Facendo confluire i docenti della A075 e A076 negli insegnamenti previsti per la nuova classe di concorso “ Scienze e tecnologie informatiche” A-32 ovvero progettare un percorso formativo di riconversione professionale on-line e/o in presenza così come recita il comma 5 dell’art. 12 del C.C.N.I. 98/2001 del 31 agosto 1999 sia per i docenti di ruolo che, particolarmente, per i docenti precari delle classi di concorso A076/A075 che insegnano "Trattamento Testi e dati e sprovvisti di laurea, coconsiderando la professionalità dei docenti di "Trattamenti testi e Dati", la preparazione e l’aggiornamento continuo nel campo "Informatico"e "Tecnologico”.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia