Salva-precari, Pittoni: grilline definiscono marchette le promesse elettorali

Stampa

Il punto 22 del contratto di governo, siglato dal M5S con la Lega, prevedeva sulla scuola una “fase transitoria” per il superamento del precariato “cronico”, grande vergogna del nostro Paese.

Ma da qualche tempo alcune grilline, che in campagna elettorale promettevano ai precari “storici” di tutto e di più, definiscono tali interventi “sanatorie” e “marchette”

E’ quanto risponde via Facebook il presidente della Commissione Istruzione al Senato, Mario Pittoni. Il Senatore non specifica nomi e cognomi delle grilline chiamate in causa.

Stando alla cronaca, le dichiarazioni sulla scuola da parte dei politici del Movimento 5 Stelle sono state esternate dalla senatrice Bianca Laura Granato che sempre via Facebook di recente aveva elencato “tutte le bugie della Lega“, definendolo il “partito delle truffe” e accusandolo di voler far “passare la teoria che il decreto scuola non è passato per colpa nostra“.

Il termine marchetta usato dalla senatrice Granato è subito dopo. “Hanno fatto un decreto scuola – si legge nel post – dove hanno inserito marchette per tutti. Lo hanno portato in CDM il 6 agosto e l’8 agosto Salvini ha dichiarato la fine del governo! Avete visto un decreto approvato in parlamento in 2 giorni???

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia