Saltati i finanziamenti per i lavori di edilizia scolastica in 5.000 scuole superiori

WhatsApp
Telegram

Ritirato l’emendamento che prevede l’esclusione dal patto di Stabilità delle Province per gli interventi a favore della sicurezza delle scuole.

La norma, che era già stata prevista per i Comuni, era stata aggiunta alla legge di Stabilità con un emendamento che aveva già superato l’esame di ammissibilità sulle coperture finanziarie. La notizia è stata data dal deputato Pd, Davide Mattiello, che lo aveva messo a punto e presentato.

Ritirato l’emendamento che prevede l’esclusione dal patto di Stabilità delle Province per gli interventi a favore della sicurezza delle scuole.

La norma, che era già stata prevista per i Comuni, era stata aggiunta alla legge di Stabilità con un emendamento che aveva già superato l’esame di ammissibilità sulle coperture finanziarie. La notizia è stata data dal deputato Pd, Davide Mattiello, che lo aveva messo a punto e presentato.

Il ritiro sarebbe stato chiesto dal governo, ma solo per riproporlo al Senato, ha spiegato il sottosegretario all’Economia, Pierpaolo Baretta: "Nessuna sottovalutazione di questo tema. Abbiamo solo scelto di affrontare il capitolo delle Regioni e delle Province durante l’iter in Senato"

Le Province si dichiarano però preoccupate: "Ancora una volta — s’indigna il presidente dell’Upi Alessandro Pastacci — il governo ferma un emendamento che estenderebbe anche alle scuole superiori la possibilità di avviare nuovi investimenti in sicurezza e infrastrutture".

Le scuole superiori che sarebbero interessate alla norma, perché in carico alle province, sono oltre 5.000 e frequentate da più di due milioni e mezzo di studenti.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur