Saltarmartini. Governo mantenga impegno su ‘quota 96’

WhatsApp
Telegram

”La situazione dei lavoratori del comparto scuola, i cosiddetti quota 96, si trascina da troppo tempo. Il Parlamento ha approvato due risoluzioni, la prima a mia firma nelle commissioni riunite bilancio e lavoro, con la quale chiedevamo di sanare tale ingiustizia. Un risultato importante, ottenuto grazie all’impegno, oltre che della sottoscritta, anche del presidente della commissione bilancio Boccia e dell’onorevole Ghizzoni.

”La situazione dei lavoratori del comparto scuola, i cosiddetti quota 96, si trascina da troppo tempo. Il Parlamento ha approvato due risoluzioni, la prima a mia firma nelle commissioni riunite bilancio e lavoro, con la quale chiedevamo di sanare tale ingiustizia. Un risultato importante, ottenuto grazie all’impegno, oltre che della sottoscritta, anche del presidente della commissione bilancio Boccia e dell’onorevole Ghizzoni. La seconda risoluzione, invece, approvata dall’assemblea di Montecitorio, impegna il governo a trovare le risorse necessarie per sanare la situazione già dal prossimo Def”.

Lo dichiara in una nota Barbara Saltamartini, deputato del Nuovo Centrodestra e vicepresidente della commissione Bilancio della Camera.

”Al presidente del Consiglio Renzi e al ministro dell’Economia Padoan chiediamo di mantenere gli impegni e di dar seguito a quanto approvato dal Parlamento: si tratta di 4.000 lavoratori del comparto scuola che, per colpa della legge Fornero, non possono andare in pensione, pur essendo in possesso dei requisiti necessari”, spiega il portavoce di Ncd.

”Non solo. Sarebbe un esempio virtuoso di ricambio generazionale: si immetterebbero 4.000 giovani, tra precari e disoccupati, nel mondo della scuola. Al ministro dell’Istruzione Giannini chiediamo di far sentire forte e chiara la sua voce, affinché si ponga finalmente rimedio ad una violazione palese di un diritto costituzionale”, conclude Saltamartini.

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it