Salone dell’Orientamento, tre giorni dedicati alla scuola. Il programma

WhatsApp
Telegram

Si apre domani, in presenza, la trentesima edizione di Job&Orienta, il Salone dedicato all’orientamento, alla formazione e al lavoro, che si terrà fino a sabato 27 novembre alla Fiera di Verona e il cui tema sarà: “Next Generation: orientamento, sostenibilità, digitale”. 

“Anche quest’anno il Ministero dell’Istruzione sarà presente con diverse iniziative a disposizione delle ragazze e dei ragazzi, dei docenti e delle imprese. Sarà dedicato ampio spazio agli ITS, gli Istituti Tecnici Superiori, sempre più cruciali per far incontrare scuole, università e imprese del territorio”. Lo afferma il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, in un saluto in occasione dell’apertura del Salone.

“Ma non solo. Ritroveremo, qui a Verona, i Laboratori territoriali per l’occupabilità (LTO), che sono il luogo stesso in cui ci si confronta sulla scuola, sul lavoro ma anche sulla ripresa e rilancio del nostro Paese”, aggiunge il Ministro Bianchi.

Il Ministro sarà al Salone sabato 27 novembre, a partire dalle 10, per incontrare il mondo della scuola e spiegare, nel corso dell’evento “Il PNRR e il futuro sostenibile. Dialogo tra le Regioni e i Ministri del Lavoro e dell’Istruzione”, i contenuti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che – ricorda – “ha tra i principali obiettivi la riforma   dell’Orientamento, per accompagnare i giovani nell’importante scelta del loro percorso di formazione e, quindi, di quello che sarà il loro futuro”.

Il Ministro prenderà parte, inoltre, in videocollegamento, all’iniziativa “JOB&Orienta international: Competenze digitali e prospettive lavorative”, che si terrà venerdì 26 novembre, a partire dalle 16.00.

Dall’offerta degli ITS alla scuola del futuro, il programma del Ministero 

Il Ministero dell’Istruzione sarà a Job&Orienta con oltre duemila metri quadri di spazi espositivi e momenti di illustrazione e confronto durante i quali studentesse, studenti, famiglie, insegnanti ed esperti potranno informarsi sui diversi percorsi formativi. Un’occasione per capire come sta cambiando il mercato del lavoro – anche per effetto dell’innovazione tecnologica e dei processi di transizione ecologica in atto – e quali saranno le professioni e i percorsi di istruzione del futuro.

Il Ministero illustrerà le proprie strategie per il miglioramento del sistema di Istruzione, con particolare attenzione all’innovazione della didattica, dei percorsi tecnici e professionali, dell’orientamento. Si parlerà anche di sostenibilità, nuove competenze, Educazione civica e digitalizzazione, di sport a scuola. Ma la presenza a Job&Orienta sarà anche l’occasione per valorizzare e raccontare in modo approfondito le attività delle scuole, mettendo in luce alcune significative esperienze che arriveranno da ogni parte d’Italia.

Durante la tre giorni del Salone si potranno, ad esempio, conoscere da vicino i Laboratori territoriali per l’occupabilità (LTO) delle scuole, ovvero laboratori altamente innovativi, finanziati nell’ambito del Piano Nazionale per la Scuola Digitale, attraverso i quali si sperimentano e sviluppano pratiche didattiche avanzate, in collaborazione con il mondo del lavoro e con il territorio, e si formano figure professionali nei settori strategici del Made in Italy. Dalla produzione di tessuti ecologici alla digitalizzazione del patrimonio artistico, saranno 15 le esperienze raccontate.

Presso lo stand ministeriale, sarà poi possibile approfondire l’offerta didattica degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), attraverso il racconto di venti esperienze. Agli ITS sarà dedicato anche uno dei grandi eventi organizzati dal MI al Job&Orienta, dal titolo “Ripartire dagli ITS per la trasformazione del lavoro 4.0”, in programma il 26 novembre alle ore 12.00. Ci sarà, poi, una selezione di esperienze anche dagli Istituti tecnici e professionali, con le scuole capofila di Reti nazionali, dalla meccatronica, alla rete degli alberghieri: un grande racconto fatto da e con i ragazzi per far emergere la ricchezza e la competitività di questi percorsi formativi che diplomano le professionalità del Made in Italy.

Nello spazio dedicato al Safer Internet Centre, progetto guidato dal Ministero e co-finanziato dalla Commissione europea, saranno, invece, affrontati temi legati alla sicurezza digitale, come l’uso responsabile da parte dei più giovani degli strumenti tecnologici. In particolare, saranno organizzati laboratori per illustrare ai più giovani come curare la loro reputazione digitale, anche in ottica lavorativa, riflettendo sulle possibili conseguenze di un uso sbagliato di social e tecnologie.

Non mancheranno gli eventi dedicati al confronto con esperti in cui verranno affrontati i temi quali la trasformazione del lavoro 4.0, la sfida della transizione ecologica e delle opportunità lavorative che essa offre, l’importanza dello sport non solo come attività fisica, ma anche come dimensione di benessere, di sviluppo della persona e determinante fattore d’inclusione. Il Sottosegretario Rossano Sasso, in particolare, sarà presente venerdì 25 novembre, alle ore 13.30, presso lo stand MI per un talk sulla sperimentazione studenti-atleti di alto livello.

Nello stand del MI ci sarà uno spazio dedicato anche a “RiGenerazione Scuola”, il Piano per la transizione ecologica e culturale delle scuole, in cui sarà possibile conoscere e approfondire i progetti e le iniziative che le istituzioni scolastiche di tutto il territorio nazionale stanno mettendo in pratica insieme a una rete di oltre 140 partner istituzionali.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur