Ruoli 2021, sì a 112 mila assunzioni di docenti precari. Nuovo concorso straordinario su posti non assegnati

Stampa

Immissioni in ruolo docenti precari: la buona notizia, arrivata ieri, è che il MEF ha autorizzato l’assunzione su tutti i posti richiesti dal Ministero dell’istruzione, più di 112mila. Nei prossimi giorni arriverà la distribuzione per classe di concorso e provincia. La procedura prevede tre fasi: una ordinaria, una straordinaria, un nuovo concorso straordinario sui posti eventualmente non assegnati, seguito da un percorso di formazione.

OK del MEF all’assunzione di 112. 473 assunzioni docenti

La procedura prevede: 50% dei posti alle GaE, 50% alle graduatorie di merito dei concorsi. Sui posti eventualmente vacanti si attiva la procedura straordinaria di assunzione da GPS prima fascia TUTTI I DETTAGLI DELLE IMMISSIONI IN RUOLO

112mila posti: potrebbero non essere assegnati tutti

La realtà però potrebbe essere ben differente: anche dopo aver attivato la procedura di assunzioni da GPS, l’incontro tra domanda (posti vuoti) e offerta (docenti nelle graduatorie utili) potrebbe non realizzarsi. E quindi, come ogni anno, potrebbero esserci numerosi posti vuoti.

ma è qui che interviene il Decreto Sostegni bis

Il Decreto Sostegni bis: ci sarà un nuovo concorso straordinario: i posti devono essere “congelati” per i docenti precari

I posti eventualmente non coperti dalle assunzioni per l’anno scolastico 2021/22 non vengono reinseriti nella giostra delle procedure ordinarie, destinandoli inizialmente alla mobilità dei docenti di ruolo.

Questi posti, che sarebbero dovuti andare alle assunzioni 2021/22, vengono “congelati” e destinati a nuovo concorso straordinario con le seguenti caratteristiche

  • partecipano i docenti che abbiano svolto un servizio di almeno “tre annualità anche non consecutive negli ultimi cinque anni scolastici“. Di questi tre anni, uno deve essere specifico.
  • Ci sarà una prova disciplinare entro il 31 dicembre 2021.
  • Sarà stilata una graduatoria di merito regionale
  • I vincitori, a proprie spese, parteciperanno ad un percorso di formazione e in caso di positiva valutazione e della prova conclusiva il candidato verrà assunto a tempo indeterminato dal 1° settembre 2022 sui posti vacanti e disponibili.
  • Nel corso dell’anno successivo sarà svolto dai vincitori un anno di formazione e prova.

112mila posti potrebbero essere assegnati in due anni

Dunque i 112mila posti vanno pensati in prospettiva, da assegnare in due anni. Nell’anno scolastico 2021/22 saranno assegnati tutti i posti possibili in base alle graduatorie vigenti, nel 2022/23 saranno assegnati i posti residui del 2021/22 più quelli autorizzati per l’anno corrente.

Con questa operazione i posti vengono destinati ai docenti precari e sottratti alla mobilità.

Immissioni in ruolo docenti 2021: GUIDA alle assunzioni da GaE, concorso 2016 e 2018, concorso straordinario, STEM e GPS. 112mila posti

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti