Rubrica valutativa, strumento per educare alla coscienza di sé

WhatsApp
Telegram

Inviato da A. Rivelli – Quale funzione svolgono le scuole autonome all’interno della valutazione di sistema…
La rubrica valutativa come strumento complementare per educare alla coscienza del Sé.

Le scuole autonome sono chiamate a rilevare con strumenti oggettivi la peculiare domanda formativa soggettiva, ossia personale ed oggettiva, ossia ambientale. Da progettare idonee strategie organizzative e didattiche, tali da trasformare gli obiettivi generali del processo formativo stabiliti dallo Stato in obiettivi di apprendimento e in competenze specifiche utilizzandone per ogni alunno la parte orientativa delle indicazioni Nazionali.

Identificati i contenuti disciplinari come una materia prima da plasmare a seconda delle domande formative personali in termini di specifici stili, ritmi di apprendimento, matrice cognitiva e motivazione ad apprendere degli alunni, alle esigenze delle famiglie plurime e diversificate ed alla peculiarità del territorio, è necessaria una vera autovalutazione riflessiva nella scuola dove i contenuti della materia prima vanno interpretati, mediati e poi organizzati e controllati in itinere. I contenuti dovranno essere distribuiti e combinati, raccordati e documentati nei percorsi di efficienza e negli esiti di efficacia.

A tale proposito la rubrica valutativa è uno strumento di sintesi per la descrizione delle competenze degli allievi al termine di un percorso formativo, essa descrive i livelli di padronanza, da parte dello studente e della competenza stessa. Lo scopo della rubrica è progettuale e orientativa prima che valutativa e certificativa, uno strumento che non si contrappone a quelli quantitativi, ma che risulta complementare ad essi, assolutamente indispensabile per la valutazione delle competenze e la relativa certificazione. La rubrica si elabora insieme ai compiti autentici nei quali gli
studenti vengono coinvolti, si presenta come un valido strumento per gli insegnanti, in quanto consente di identificare i risultati attesi e rendere più trasparente il giudizio, agli studenti consente di chiarire la direzione del percorso formativo e disporre di punti di riferimento per l’autovalutazione.

L’autovalutazione è miglioramento promuove lo sviluppo di consapevolezza, responsabilità, autonomia e autoregolazione. Con l’autovalutazione i docenti educano gli alunni alla coscienza di sé come individui che apprendono, favorendo l’abilità di auto-valutarsi e quindi di individuare le proprie potenzialità ed i propri limiti, sollecitandoli alla motivazione intrinseca all’apprendimento e al sapersi riciclare nell’ambiente sociale.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO