Rubano pc usati per didattica a distanza. Azzolina: attacco vile

Stampa

E’ successo in una scuola di Scampia, a Napoli. Altro istituto scolastico vandalizzato a Palermo. Il Movimento 5 Stelle esprime sdegno per l’accaduto.

Così commenta il fatto la Ministra Azzolina: “Quanto accaduto alla scuola Pertini di Palermo e alla Montale di Napoli è gravissimo. Un attacco vile che offendendo la scuola, colpisce lo Stato.

Ho parlato con le dirigenti scolastiche dei due istituti per assicurare loro un sostegno concreto del nostro Ministero per riparare i danni e ripartire.

Mi ha impressionata, ma non stupita, la determinazione di queste due dirigenti scolastiche, già pronte a ripartire, consapevoli dell’importante ruolo sociale che rivestono in territori così difficili.

Grazie al loro lavoro e a quello del personale scolastico, si lotta con efficacia la dispersione scolastica in quelle zone ad alto rischio, strappando dalle mani del malaffare giovani ragazzi che meritano un futuro dignitoso.

Non li lasceremo soli. Lo Stato è al loro fianco“.

Nota del M5S

Non ci sono parole per esprimere lo sdegno per quanto accaduto in una scuola di Scampia, a Napoli. Persone senza scrupoli, che la dirigente scolastica ha giustamente definito “ladri di futuro”, hanno rubato i computer utilizzati per la didattica a distanza dagli studenti disabili. Questo tristissimo episodio si aggiunge a quanto accaduto ieri a Palermo, dove l’istituto Pertini è stato vandalizzato, saccheggiato e devastato. Ci auguriamo che i criminali responsabili di questi atti indegni vengano trovati al più presto. Il ministero dell’istruzione si è già attivato per sanare questa ferita, inferta non solo alla scuole di Napoli e Palermo, ma a chiunque creda nell’istruzione e nell’educazione come strumenti per costruire il futuro“.

Così in una nota i membri del MoVimento 5 Stelle in Commissione Istruzione al Senato.

Cgil Sicilia e Flc, solidarietà per il raid

Il furto delle attrezzature informatiche e il danneggiamento dei locali dell’istituto Sperone Pertini di Palermo sono un fatto gravissimo. Esprimiamo pertanto la nostra solidarietà alla dirigente scolastica, Antonella Di Bartolo, a tutto il personale e agli studenti. Come Flc Sicilia e Palermo stiamo già provvedendo all’acquisto di due computer da donare alla scuola”. Lo dichiarano in una nota congiunta il segretario della Cgil Sicilia, Alfio Mannino, il segretario nazionale della Flc Cgil, Francesco Sinopoli e il segretario della Flc Cgil Sicilia, Adriano Rizza.

È evidente – aggiungono – che la scuola, soprattutto nei quartieri difficili, viene vista come un’insidia dall’ecosistema criminale, perché oltre ad istruire semina legalità e senso civico. Una missione che non potrà essere intimorita in alcun modo”.

Non bisogna consentire alla mafia e alla criminalità – continuano Mannino, Sinopoli e Rizza – di rimpossessarsi del territorio. Il raid alla Pertini ha tutta l’aria di un’azione su questa linea, se la criminalità torna prepotentemente a segnalare la sua presenza la risposta dello Stato deve essere forte”.

È necessario – concludono – sostenere le istituzioni scolastiche che operano in contesti a rischio con risorse di organico e strutturali, perché possano continuare a educare al rispetto per la legalità e alla cittadinanza attiva e responsabile“.

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili