Rsu: elezioni suppletive, appello del presidente dell’Anief

di Lalla
ipsef

Ufficio Stampa Anief – In seguito alla firma dell’ipotesi di contratto per il rinnovo delle RSU nelle scuole interessate dai processi di dimensionamento siglato il 22 Novembre 2012 presso l’ARAN, come previsto dall’art.1 comma 4, si dovrà procedere a nuove elezioni solo nel caso in cui la RSU dovesse essere inferiore a due unità.

Ufficio Stampa Anief – In seguito alla firma dell’ipotesi di contratto per il rinnovo delle RSU nelle scuole interessate dai processi di dimensionamento siglato il 22 Novembre 2012 presso l’ARAN, come previsto dall’art.1 comma 4, si dovrà procedere a nuove elezioni solo nel caso in cui la RSU dovesse essere inferiore a due unità.

Il presidente dell’Anief Marcello Pacifico invita RSU, soci e tutto il personale della scuola a segnalare, inviando un’e-mail all’indirizzo [email protected], se nella propria istituzione scolastica di servizio si svolgeranno le elezioni suppletive al fine di consentirci la presentazione di liste Anief.

L’Anief ha tutta l’intenzione di confermarsi come sesta sigla sindacale non solo come numero di deleghe ma anche come preferenze tra i lavoratori della scuola.

Nelle scuole dove si voterà nei prossimi giorni si potrà, quindi, confermare questa nuova scelta di campo aiutandoci in questa nuova tornata elettorale.

L’Anief, dal canto suo, ha già richiesto al Miur di ricevere l’elenco delle scuole in cui si svolgeranno le elezioni delle RSU.

Finalmente, dopo venti anni, nella scuola si comincia a percepire un’alternativa ai sindacati tradizionali di potere o di base. La scelta di non connotare ideologicamente il nuovo sindacato, ma di orientarlo alla tutela dei diritti attraverso il sapiente ricorso alla magistratura, oggi risulta non soltanto apprezzata dai colleghi ma vincente in un momento in cui la contrattazione è bloccata. L’esperienza maturata nelle aule parlamentari e giudiziarie alla fine rende merito alla fiducia prestata da migliaia di lavoratori della scuola che rivendicano, grazie al sindacato, il diritto a essere nuovamente protagonisti del Paese.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare