Rotondo (Insieme per il PD) si appella alla Ghizzoni: tutelare chi ha superato le selezioni del tirocinio formativo attivo (TFA)

Di Lalla
Stampa

red – Appello di Giuseppe Rotondo, coordinatore nazionale della community Insieme per il PD, che in una nota indirizzata all’On. Ghizzoni, Presidente della Commissione Cultura alla Camera, la invita a tenere in considerazione le osservazioni di chi ha superato le selezioni del TFA. Ricordiamo che oggi la Commissione Senato si riunisce per discutere dei TFA speciali.

red – Appello di Giuseppe Rotondo, coordinatore nazionale della community Insieme per il PD, che in una nota indirizzata all’On. Ghizzoni, Presidente della Commissione Cultura alla Camera, la invita a tenere in considerazione le osservazioni di chi ha superato le selezioni del TFA. Ricordiamo che oggi la Commissione Senato si riunisce per discutere dei TFA speciali.

"Occorre prendere quanto prima provvedimenti perché siano tutelati gli insegnanti che hanno superato le selezioni del tirocinio formativo attivo, in un’ottica di scuola pubblica di qualità".

"Il Tirocinio formativo attivo ordinario prevede che i docenti che vogliono ottenere l’abilitazione si sottopongano a un procedimento selettivo, che valuti le effettive conoscenze sui contenuti di insegnamento, per garantire anche agli studenti l’inserimento di personale qualificato. Il fatto è che a questo percorso accedono anche coloro che hanno prestato servizio per un certo periodo presso le scuole, senza che per loro sia prevista alcuna prova di ingresso: questo percorso speciale non sembra corretto, dal momento che alla fine i due titoli hanno lo stesso valore, a prescindere dal fatto che ci si sia sottoposti o meno alla selezione iniziale".

"Nessuno sostiene che chi non è stato sottoposto a selezione è automaticamente un cattivo insegnante ma, così com’è, la norma non va. L’ideale sarebbe che tutti si sottoponessero alle prove iniziali e che continuasse solo chi le ha superate. È comprensibile che si voglia riconoscere un’agevolazione a chi è stato costretto al precariato per molto tempo: volendo si può lasciare la possibilità di accedere senza selezione al tirocinio a chi ha un’anzianità di servizio notevole, ma allora occorre attribuire un punteggio maggiore ai docenti ‘nuovi’ che quei test li hanno superati, per non rendere incolmabile la distanza in graduatoria tra loro e gli insegnanti ‘veterani’, che possono far valere i punti acquisiti con i loro incarichi precedenti".

"Chi è giovane ed è stato valutato nel merito non merita di essere penalizzato, anzi, dev’essere incentivato: per questo Insieme per il PD invita Manuela Ghizzoni (PD), presidente della Commissione Cultura della Camera che proprio oggi è chiamata a discutere del provvedimento ministeriale in materia, a tenere in considerazione le giuste osservazioni di chi ha superato la selezione del tirocinio e si candida a diventare elemento importante della scuola di domani".

Oggi in VII Commissione Senato TFA speciali e schema di decreto sul sistema di valutazione

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!