Rossi Doria. Con più risorse ed equità, la scuola boccerà di meno

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Il sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria, è stato intervistato nel corso del programma ‘Tutta la città ne parla’ di Rai Radio3 ed ha parlato di finanziamenti alla scuola pubblica.

GB – Il sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria, è stato intervistato nel corso del programma ‘Tutta la città ne parla’ di Rai Radio3 ed ha parlato di finanziamenti alla scuola pubblica.

“Nella scuola oggi – ha detto –  c’è un problema di equità, la nostra scuola è troppo standardizzata: una scuola equa non dà la stessa cosa a tutti, ma dà di più a chi parte con meno, come diceva don Milani. Fa scoprire le parti nascoste di ciascuno studente e ne stimola i lati più forti. Se non si procede così, ci ritroveremo con una scuola dei talenti da una parte e una scuola degli ‘sfigati’ dall’altra, ma questo sistema non funziona”.

“Bisogna investire più risorse. Negli ultimi anni sono stati sottratti 8,4 miliardi all’istruzione. Laddove ci sono risorse e gli insegnanti si organizzano in autonomia, rispondendo direttamente ai ragazzi, si ottengono grandi risultati sia in termini di riduzione delle bocciature sia nel settore difficile dell’accompagnamento di chi è in difficoltà. Mancano le risorse, non gli strumenti culturali e didattici”.

Riguardo alla bocciatura, che secondo il ministro Carrozza deve essere una scelta estrema, ha affermato:“Bisogna essere onesti coi ragazzi: fargli capire quello che sanno e quello che non sanno, certo non regalargli la promozione perché significherebbe negare la loro dignità, e poi accompagnarli nel superamento delle difficoltà”.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare