Rossi Doria: “Per gli asili nido non bastano i soldi del Recovery Plan”

Stampa

Duro intervento di Marco Rossi Doria al Sole 24 Ore sul tema degli asili nido. Per l’ex sottosegretario all’Istruzione, non bastano i soldi del Recovery Plan per migliorare la situazione degli asili nido in Italia.

“Dobbiamo agire come sistema paese su più punti: i territori fragili, soprattutto il Mezzogiorno, devono da un lato offrire più lavoro alle ragazze e alle donne, dall’altra parte la scuola deve funzionare meglio e i nidi sono una parte integrante del progetto. La media deve salire almeno al 20 per cento nelle zone dove siamo ancora al 5. E poi il nido non è solo un posto dove si esprime una cura educativa. Ogni volta che si apre un nido, si crea una comunità e il tema educativo torna al centro dell’attenzione delle famiglie e della comunità. Per i bambini poi il nido vuol dire un accompagnamento migliore prima alla scuola dell’infanzia, poi alla scuola primaria. Laddove abbiamo molti nidi in collegamento con l’insieme del sistema dell’istruzione ed educativo abbiamo ottimi risultati”.

E poi: “Siamo contenti che il dibattito sia ritornato, erano lustri che non se ne parlava. Ma non basta aprire i nidi, ci vuole il governo dei nidi. Oltre ad aprire più nidi, bisognerebbe dire che c’è più bisogno di nidi di qualità, dove vi sia attenzione anche alla formazione delle educatrici, alla presenza degli psicologi, alle mense scolastiche. Quindi non basta l’impegno straordinario di Next Generation Eu, ma serve coordinare i fondi che arriveranno con le spese ordinarie, di Regioni e Comuni”.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata