Per Rossi Doria necessario dare di più a chi fa di più

di
ipsef

red – ”Costruiamo sistemi non punitivi ma premianti su criteri condivisi – ha proposto durante un convegno della FLCGIL a Mestre – Rilanciamo la formazione dei docenti nella scuola, nella forma di riflessione seria su quel che si fa, per favorire condivisione e innovazione".

red – ”Costruiamo sistemi non punitivi ma premianti su criteri condivisi – ha proposto durante un convegno della FLCGIL a Mestre – Rilanciamo la formazione dei docenti nella scuola, nella forma di riflessione seria su quel che si fa, per favorire condivisione e innovazione".

"Ripristiniamo – ha continuato – un’idea migliore di equità. Penso infatti che vada applicato nella scuola il principio di dare di più a chi fa di più, perchè oggi non lo è. Ma per applicarlo anche i sindacati dovranno ragionare su tante cose in modo nuovo e mi rendo conto che non è semplice”.

Secondo il sottosegretario, ”nella scuola dobbiamo declinare un’equità nell’offerta di apprendimento non più fondata sulla standardizzazione. Su risposte uguali per tutti i ragazzi. Dobbiamo guardare di più a ciascuno. Dobbiamo poi riflettere sul ruolo del mondo digitale e dei nuovi media, sul rapporto tra cio’ che si apprende dentro e fuori la scuola. Vi sono orizzonti ampi da considerare con occhi nuovi”.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione