Rossi Doria, maestre nidi e infanzia a rischio licenziamento per sentenza 36 mesi

WhatsApp
Telegram

Il problema riguarda la sentenza di Strasburgo e la riforma della scuola che vieta le assunzioni a tempo determinato dopo i 36 mesi.

Il problema riguarda la sentenza di Strasburgo e la riforma della scuola che vieta le assunzioni a tempo determinato dopo i 36 mesi.

Infatti, mentre per le scuole statali c'è una deroga, la legge non ne dà per le scuole comunali. C'è, dunque, disparità di trattamento.

Sull'argomenti interviene l'assessore all'istruzione di Roma, Marco Rossi Doria, che ha incontrato le lavoratrici a rischio licenziamento.

"Il problema è nazionale, – ha detto – riguarda tutti i Comuni italiani. La Buona Scuola recepisce la sentenza di Strasburgo che vieta assunzioni a tempo determinato dopo i 36 mesi; per poter stabilizzare il personale in tempi realistici per l'anno prossimo prevede una deroga per le scuole statali. Questa deroga per le comunali non c'è. Vi è una manifesta diseguaglianza che va superata. È su questo che sto lavorando. E sono al fianco delle lavoratrici coinvolte e mi impegno per fare tutto il possibile per sanare questa situazione. Già oggi ho incontrato le maestre in presidio in Campidoglio e domani incontreremo i sindacati per affrontare insieme questa situazione". Lo dice l'assessore alla Scuola di Roma Marco Rossi Doria interpellato sull'Sos licenziamenti nei nidi e nelle scuole dell'infanzia lanciato dai sindacati.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur