Roma, scuola senza riscaldamento: carenza liquidità per acquisto carburante

Stampa

Da questa mattina i locali della scuola per sordi “A. Magarotto”, in via Nomentana, sono privi di riscaldamento.

Lo comunica l’Usr per il Lazio attraverso una nota.

L’acquisto del carburante per il riscaldamento spetta al proprietario dell’edificio – scrive l’Usr -, l’Istituto statale per sordi di Roma, ente autonomo, che risulterebbe non abbia provveduto per carenza di liquidità. Il Comune di Roma capitale, che in base al contratto di locazione con l’istituto provvede a rimborsare le spese sostenute per il riscaldamento, ha fatto sapere di essere pronto a provvedere sollecitamente al pagamento non appena l’istituto rendiconterà quanto speso.

L’USR – conclude la nota – ha invitato l’Istituto statale per sordi di Roma a rendicontare quanto prima le spese sostenute per il riscaldamento della scuola, così da ripristinarlo a beneficio degli studenti e del personale scolastico.

La nota dell’Usr per il Lazio

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur