Roberto Speranza (Salute): ingressi scaglionati se necessario. Dpcm obbliga a usare ancora le mascherine sopra i 6 anni

Stampa

L’uso delle mascherine è obbligatorio nei luoghi pubblici per tutte le persone a partire dai sei anni di età. Ad affermarlo è stato il ministro della Salute, Roberto Speranza. 

“Oggi, ricordiamolo – ha affermato il Ministro in un’intervista al Messaggero – è in vigore un Dpcm che prevede l’uso delle mascherine nei luoghi al chiuso aperti al pubblico. Dai sei anni in su. Due settimane prima dell’inizio delle lezioni valuteremo la situazione con il Cts, studieremo i numeri dell’epidemia. E potremmo pensare anche a provvedimenti differenti da regione a regione”.

Nell’intervista il ministro Speranza si riferiva in maniera esplicita alla situazione delle scuole in vista della loro riapertura a settembre per il nuovo anno didattico.

“Per noi la riapertura delle scuole è fondamentale. Ma in piena sicurezza. Abbiamo fatto un primo passo importante – ha proseguito Speranza – con l’accordo sulle linee guida con Regioni, Province e Comuni, guai a immaginare divisioni su un tema che interessa milioni di famiglie. E’ fondamentale riaprire in sicurezza, e possiamo farlo solo monitorando costantemente il quadro epidemiologico. Le scuole riapriranno. Sono fiducioso, lavoreremo per garantire da una parte il ritorno alle lezioni, dall’altra la sicurezza. Abbiamo previsto un altro miliardo di euro per la scuola per trasformare questa crisi in una opportunità. Bisogna recuperare ciò che di buono c’era in passato e che si è perso negli anni Novanta: un rapporto sistemico tra le scuole e i dipartimenti di prevenzione delle Asl. Scuola e Sanità devono lavorare insieme”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur