Roberto La Rosa, Siciliani Liberi: furti dal prelievo tributario regione, tagli per 10 miliardi e le scuole chiudono”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Roberto La Rosa, candidato del partito Siciliani Liberi alla presidenza della Regione Siciliana entra a gamba tesa sul dibattito dei fondi alle scuole, denunciando lo stato di abbandono di quelle siciliane.

“I tagli alla Regione dallo Stato, – afferma La Rosa – furti dal prelievo tributario dei Siciliani, non sono una cosa astratta. Faccio un esempio. Le scuole siciliane hanno subito un taglio di budget tale che, a parte gli stipendi pagati dallo Stato, in pratica non possono fare più nulla.”

“I candidati coloniali dei partiti italiani – continua – naturalmente tacciono. Noi no!”

“Lo Stato ruba alla Sicilia 10 miliardi l’anno – conclude – e le scuole siciliane chiudono”.

Il taglio, secondo La Rosa, è da addebitarsi alla mancata applicazione dell’art 36 dello statuto di autonomia che determina, quale conseguenza, indebite trattenute all’Iva, IRPEF e varie altre accise e tipologie di imposte, per un totale di 10 miliardi di euro annui.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione