Rizzotti (FI): Paritarie senza fondi è negare diritto a scelta educativa

Fondi statali anche per le scuole paritarie. A reclamarlo è questa volta Maria Rizzotti, vice presidente dei senatori di Forza Italia.

La sua dichiarazione è stata ripresa dell’agenzia AdnKronos. Punta il dito sul diritto alla scelta educativa che in assenza di sostegno pubblico sarebbe impedita alle famiglie.

Commentando il family act, cioè dalle misure previste dal Governo per il sostegno alle famiglie, “vengono escluse – ha detto Rizzotti – le scuole paritarie che rischiano di scomparire per assenza di fondi. Di questo passo la libertà di scelta educativa non verrà mai garantita nel nostro Paese, ma resterà l’ennesimo diritto negato”.

Nel Family Act sono previsti, fra le varie misure, congedi parentali, aiuti nelle spese per figli a carico e assegno universale per i figli.

Maria Rizzotti sostiene che se le scuole paritarie rischiassero di chiudere gli studenti dovrebbero essere inseriti nelle scuole statali, ma “dove – si domanda  la vice presidente di Forza Italia – visto che non ci sembra si stiano effettuando i pur doverosi lavori di edilizia scolastica? Con quali distanziamenti e quali insegnanti? A settembre sarà il caos, altro che Family act!”.

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”